Mediazione

Da anni L’Ovile è impegnato sul tema dei conflitti e della mediazione nelle sue poliedriche pratiche e applicazioni. Dopo essere partita dai conflitti più gravi, quelli penali, e dall’accoglienza di una parte, i colpevoli, la cooperativa si è posta con forza la questione dell’altra parte in causa, le vittime. Mediazione e giustizia riparativa sono gli strumenti con i quali sta lavorando da tempo per offrire spazio, ascolto, possibilità di incontro e, ove possibile, di riconciliazione.

La pratica della mediazione è molto importante e altrettanto delicata e richiede una cultura profonda che rifiuta fermamente interventi improvvisati.

PER CONTATTARE IL RESPONSABILE DEL SERVIZIO APRI UN TICKET

 

Centro giustizia riparativa

Partendo dai percorsi con gli autori di reato L’Ovile si è posto il delicato tema delle vittime. Accompagnata da un comitato scientifico composto da esperti dell’Università di Modena e  Reggio Emilia e dell’Università Cattolica di Milano, la cooperativa ha intrapreso un percorso per l’apertura di un Centro per la giustizia riparativa e la mediazione penale. In partnership con la Regione Emilia Romagna e Caritas Bergamasca, sono statti formati 20 mediatori penali secondo il modello umanistico proposto da Jacqueline Morineau.

L’Ovile ha attivato il Centro per la giustizia riparativa e la mediazione penale di Reggio Emilia “Anfora” nel 2015 grazie al contributo di Fondazione Manodori, Regione Emilia Romagna, Chiesa Valdese e Intesa Sanpaolo.

Attualmente il Centro collabora attivamente con il Comune di Reggio Emilia e con l’Ufficio Esecuzione Penale Esterna di Reggio Emilia, Parma e Piacenza, in particolare nell’ambito della sospensione del procedimento con messa alla prova per imputati adulti; ha inoltre svolto diversi interventi di Giustizia Riparativa in vicende che coinvolgono persone minorenni, in collaborazione con i servizi sociali territoriali e le scuole del territorio.

www.anforagiustiziariparativa.com

 

Centro mediazione sociale dei conflitti

L’Ovile realizza interventi di mediazione sociale per diversi Enti Locali e gestisce il Centro di mediazione sociale e dei conflitti del Comune di Reggio Emilia, servizio dedicato alle relazioni personali e di vicinato, ai rapporti con il territorio e con i servizi.

www.municipio.re.it

La Cooperativa è anche parte di D.N.A. la Rete Regionale dei Centri di Mediazione Sociale dell’Emilia Romagna le cui cooperative sociali e associazioni gestiscono centri di mediazione sociale. D.N.A. ha l’obiettivo di diffondere la conoscenza e gli strumenti della mediazione negli enti pubblici e nelle città.

www.dna-retemediazioneer.it

Attività realizzate nel 2019

Nel corso del 2019, il Servizio ha sviluppato diverse collaborazioni con gli enti del territorio:

  • firma di una convenzione tra l’Ufficio di Esecuzione Penale Esterna di Modena, Cooperativa sociale “L’Ovile” di Reggio Emilia e la Caritas diocesana, per promuovere azioni congiunte di sensibilizzazione nei confronti della comunità locale rispetto al sostegno e al reinserimento di persone in esecuzione penale, promuovere la conoscenza e lo sviluppo di attività e incontri riparativi a favore delle vittime e della collettività, favorire la costituzione di una rete di risorse che accolgano i soggetti ammessi a misura alternativa o ammessi alla sospensione del procedimento con messa alla prova che hanno aderito ad un progetto riparativo, realizzare percorsi di mediazione penale in favore di utenti dell’Uepe di Modena;
  • realizzazione di un progetto di “addestramento alla giustizia riparativa” presso il Dipartimento di Giustizia Minorile e di Comunità, Centro di Giustizia Minorile di Bologna, rivolto agli assistenti sociali degli Uffici di Esecuzione Penale Esterna dell’Emilia Romagna, dell’Ufficio dei Servizi Sociali Minorili presso i Tribunale per i Minorenni di Bologna e dei servizi sociali territoriali dell’Emilia Romagna;
  • sviluppo di un progetto di ricerca e formazione sul tema “Genitorialità e continuità affettiva in carcere”promosso dal Garante Regionale per le persone private della libertà personale della Regione Emilia Romagna.

Risultati raggiunti nel 2019:

 
5 x 1000